eShowcard | E.Showcard: in due settimane vendute oltre mille card
cinema, eshowcard, e.showcard, agis, anec, agis puglia, regione puglia, puglia, teatro, spettacoli, imood, e.showcard basic, e.showcard university, la passione entra in scena, teatri, card, convenzioni, università, bari, lecce, taranto, foggia, brindisi, bat, concerti
848
single,single-post,postid-848,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-1.0a,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

E.Showcard: in due settimane vendute oltre mille card

Infografica 1

01 Dic E.Showcard: in due settimane vendute oltre mille card

A due settimane dall’avvio della “E.Showcard”, la smart card interattiva che offre agevolazioni e sconti per il cinema e teatri sono state vendute oltre 1000 card.

Il progetto di promozione del pubblico promosso da AGIS e ANEC di Puglia e Basilicata, è un’iniziativa di sostegno e avvicinamento degli studenti e non solo alla variegata offerta culturale regionale. Alla base del progetto vi è la Convenzione firmata da AGIS e ANEC, Politecnico e Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e Adisu Puglia.

Viva soddisfazione per il risultato conseguito è stata espressa dal Presidente e dal Direttore dell’AGIS, Carmelo Grassi e Francesca Rossini, dal Presidente dell’ANEC, Giulio Dilonardo, dai Rettori dell’Università e del Politecnico di Bari, Antonio Uricchio e Eugenio Di Sciascio e dal   Presidente Adisu Puglia, Carlo De Santis.

Al momento sono attive due opzioni: Card University e Card Basic.

Nello specifico per l’Università sono state vendute 311 card, per il Politecnico 397, per Adisu 254 e per la Basic 45. Le card corrispondono a circa 8.000 ticket di sconto nei teatri e cinema pugliesi e sconti per un valore di circa 33.000 Euro.

Per gli studenti è stato possibile acquistare le card anche grazie alle postazioni promozionali che sono state dislocate a Bari in diversi luoghi all’interno e fuori degli Atenei. In particolare ad oggi sono stati allestiti 18 banchetti al Campus Universitario, al Centro Polifunzionale per studenti ex Palazzo delle Poste, al Policlinico, alla Facoltà di Economia, di Veterinaria, alla Casa dello studente.  Le stesse postazioni mobili rimarranno aperte per tutto il mese di dicembre fino al 15 febbraio 2016. Il calendario dettagliato è consultabile sul sito www.eshowcard.org.

E.Showcard funziona come una carta di sconto interattiva. Grazie a un chip (come una carta di credito), è utilizzabile in una rete di lettori, distribuita negli esercizi aderenti. Un software di gestione dati permette di memorizzare i dati di spettatori, sale di cinema e spettacolo, offerte di sconto e promozioni.

La card si ottiene in due semplici passaggi: sul sito di gestione  eshowcard.it si effettua l’iscrizione con l’inserimento dei dati anagrafici e presso gli uffici Agis (Bari, via Melo 185) o nei cinema aderenti, si completa l’iscrizione con il versamento della quota di adesione.

Alla E.Showcard University possono aderire tutti gli studenti iscritti all’Università e al Politecnico di Bari e all’Adisu Puglia in regola con l’iscrizione e il pagamento delle tasse. Per gli studenti universitari il costo della card è di 3,50 euro (1 euro per gli studenti Adisu).

Per la Basic (costo 3,50 euro) la fascia di utenza è generica e quindi possono aderire tutti indistintamente. Con tale tessera si ha diritto al biglietto scontato di ingresso al cinema (dal lunedì al venerdì, escluso i festivi), a teatro e per i festival corrispondente al prezzo del biglietto ridotto.

Il numero complessivo degli schermi cinematografici di Puglia e Basilicata aderenti all’iniziativa è 107 mentre per lo spettacolo dal vivo hanno aderito in 19 tra teatri e associazioni musicali.

Alla luce dell’annunciato bonus del Governo di 500 euro da spendere in cultura per i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2016, E.Showcard può certamente rappresentare una delle ipotesi su come i giovani potranno spendere quella cifra. Il bonus infatti sarà spendibile in teatri, cinema, concerti, musei e libri. Inoltre in prossimità del Natale E.Showcard Basic può rappresentare un gradito cadeau natalizio dall’elevato valore culturale.