eShowcard | IL MITO DEI DOORS RIVIVE CON LUCA AQUINO PER GLI AMICI DELLA MUSICA di TARANTO
cinema, eshowcard, e.showcard, agis, anec, agis puglia, regione puglia, puglia, teatro, spettacoli, imood, e.showcard basic, e.showcard university, la passione entra in scena, teatri, card, convenzioni, università, bari, lecce, taranto, foggia, brindisi, bat, concerti
931
single,single-post,postid-931,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-1.0a,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

IL MITO DEI DOORS RIVIVE CON LUCA AQUINO PER GLI AMICI DELLA MUSICA di TARANTO

LUCA AQUINO - LOCANDINA SPETTACOLO AL TATA'

21 Gen IL MITO DEI DOORS RIVIVE CON LUCA AQUINO PER GLI AMICI DELLA MUSICA di TARANTO

La grande storia del rock d’autore incontra il jazz d’autore nel nuovo, intenso concerto-spettacolo della 72ma Stagione Concertistica degli Amici della Musica: “OverDOORS”, un progetto imperdibile, dedicato alle canzoni del mitico gruppo dei DOORS, curato dal trombettista Luca Aquino e dalla sua band, in scena presso il confortevole Auditorium Tatà, venerdì prossimo 22 gennaio, ore 21.

“Waiting For The Sun”, “Riders On The Storm”, “Light My Fire”, “Indian Summer”, “Queen Of The Highway” e gli altri grandi classici che tutti amiamo, torneranno a nuova vita nelle entusiasmanti versioni di uno dei massimi musicisti jazz del nostro Paese, un artista insignito del prestigioso premio che la rivista “Musica Jazz” quale “Miglior Talento del Jazz Italiano”, per uno spettacolo multimediale in cui alla musica si associano le spettacolari e innovative proiezioni dei videoartisti di NEOCORTEX, collettivo romano specializzato nella “mapping projection”.

Con la sua band, formata da Antonio Jasevoli (chitarra), Dario Miranda (basso), Lele Tomasi (batteria) e la guest star Federico Califano, giovane e talentuoso sassofonista contralto premiato all’edizione 2015 del Festival Riverberi, Aquino da finalmente sfogo alla sua formazione e passione “rockettara” per reinterpretare con grande amore ed eleganza un pezzo fondamentale della storia della cultura pop degli anni ’60-’70, la musica dei Doors, certamente fra i gruppi più influenti e controversi nella storia della musica di consumo, grazie alla felicissima ibridazione fra elementi blues, psichedelia e jazz, e al fascino personale di Jim Morrison e della sua intensa vocalità.

I brani vengono riletti con arrangiamenti che, partendo dal magico suono della tromba di Luca, ne forniscono una straordinaria e inedita versione jazz-rock, ricca di sonorità magiche e fascinose, anche elettroniche, che restituiscono pienamente il groove irresistibile degli originali di Jim Morrison & Ray Manzarek.

Luca Aquino inizia a suonare la tromba all’età di diciannove anni da autodidatta. Per due anni abbandona la pratica dello strumento per completare gli studi universitari in Economia e Commercio. L’amore per il suono di Miles Davis e Chet Baker lo riconduce allo studio della tromba e lo porta a dedicarsi completamente alla musica. Il perfezionamento delle sue doti avviene per mano di maestri quali l’amico e mentore Paolo Fresu, Jon Hassell ed Enrico Rava. Il suo percorso artistico trova conferma nel 2007 quando pubblica con Universal Music Group il suo primo album da leader, “Sopra le Nuvole” e un anno dopo, con ospite Roy Hargrove e Maria Pia De Vito, registra “Lunaria” con cui vince il premio “Top Jazz” promosso dalla rivista specializzata “Musica Jazz”. Nel 2009, registra “Amam” nell’antico bagno turco di Skopje (Macedonia) e “Tsc” in una chiesa in Olanda; nel 2010 arriva “Icaro Solo”, registrato in una chiesa in Benevento per tromba ed elettronica. Dopo aver dato vita al festival Riverberi, intreccia numerose collaborazioni con musicisti e artisti di fama mondiale, fra le quali quella con l’artista Mimmo Paladino, che lo portano allo registrazione di “Chiaro”, un lavoro in trio con una sezione ritmica norvegese ed ospite d’eccezione Lucio Dalla.

Nel 2012, dopo un’importante progetto dal vivo con Jon Hassell, entra a far parte del quartetto del grande batterista Manu Katché, con il quale registra due album per l’etichetta ACT Music e intraprende un tour mondiale. Nel 2013 insieme al fisarmonicista Carmine Ioanna registra “aQustico” per la Tuk Music . Il 2015 è l’anno del suo settimo album da band leader, “OverDOORS”, personale tributo alla sua band preferita. Nel Dicembre 2015 realizza in collaborazione con la Jordanian National Orchestra Association la registrazione di un album nel sito archeologico di Petra. I riverberi naturali del meraviglioso sito Unesco, generati durante l’esecuzione dei brani, sono parte integrante della registrazione. L’ambizioso progetto, a lungo meditato, è stato realizzato grazie al supporto dello stesso UNESCO Amman Office, del Petra Development and Tourism Authority e della Talal Abu-Ghazaleh Organization (TAG-Org). Un’iniziativa senza precedenti promossa all’interno della campagna mondiale #UNITE4HERITAGE, lanciata dall’organizzazione internazionale a difesa del patrimonio artistico e culturale dai crimini di tipo terroristico.

I costi dei biglietti del concerto-spettacolo OverDOORS sono i seguenti: Posto Unico: € 25; Ridotto (e.ShowCard, under25, over65): € 18. Diritto di prevendita € 2.

La prevendita è già in corso a Taranto presso la sede degli Amici della Musica in via Toscana n. 22/A – tel. 099.7303972; Basile Strumenti Musicali in via Matteotti n. 14 – tel. 099.4526853; Box Office in via Nitti n. 106/a – tel. 099.4540763.

Info: 099.7303972 e www.amicidellamusicataranto.it